Biodanza cos’é?

BIODANZA – Sistema Rolando Toro


Stiamo vivendo in una società che, attraverso la continua ricerca del progresso e del benessere materiale, porta ad un permanente incremento dell’ansia, della solitudine, della frenesia, complice i bombardamenti da stimoli esterni, tanto da trasformare lo stress prodotto in malattia del benessere. Per l’espressione dei sentimenti, delle emozioni e delle identità personali non c’è spazio. I risultati di questa repressione sono malattie e disfunzioni.

La Biodanza è un’attività motoria di gruppo e dell’individuo che si oppone agli influssi negativi della nostra cultura e che vede l’essere umano nella sua totalità. Il metodo è stato creato negli anni 60 dall’antropologo e psicologo cileno Rolando Toro Araneda (candidato al Premio Nobel per la Pace 2002). È un sistema di lavoro integrativo sulla salute e sul progresso della personalità che avviene attraverso l’induzione di esperienze intense, chiamate vivencias. Attraverso le vivencias viene attivato il potenziale genetico e portato all’espressione per mantenere una buona salute e un benessere generale.

È un percorso che ci fa approfondire la nostra realtà umana al fine di sviluppare le nostre potenzialità di base conferendo, in tal modo, una miglior qualità alla nostra vita.

Grazie al movimento, alla musica e al recupero spontaneo di gesti naturali possiamo ottenere una conoscenza più vera e migliorare le relazioni interpersonali.

Tutto ciò avviene in un clima affettivo e contenitivo offertoci dal gruppo, sicché l’esperienza di crescita non ha una natura individualistica, ma assume un aspetto collettivo. Grazie agli esercizi proposti, con l’esperienza della vivencia (così si chiama in termine tecnico) andiamo a:

  • sperimentare il nostro mondo emotivo
  • relazionarci con l’altro in modo spontaneo e positivo
  • connetterci (con noi stessi) – con il nostro centro
  • scoprire i nostri talenti
  • liberare il movimento.

Questo avviene attraverso il rafforzo delle cinque linee di “vivencia”, dove l’individuo esprime le proprie potenzialità genetiche favorendo l’integrazione, lo sviluppo dell’Identità e la realizzazione armonica di sé stesso:

  • VITALITÀ = impulso vitale, tonicità muscolare, connessione con la vita, conservazione della vita, capacità di riposare/capacità di attivarsi, entusiasmo, determinazione…;
  • SESSUALITÀ = non solo genitale, connessione con il desiderio, con il piacere anche delle piccole cose, capacità di scegliere quello che ci piace, abbandonarsi, poter ricevere, piacere di vivere;
  • AFFETTIVITÀ = capacità di aprirsi, entrare in intimità, fiducia e capacità di ascolto dell’altro, creare vincoli, aprire il cuore, farsi conoscere, riconoscere l’esistenza dell’altro, senza discriminazione;
  • CREATIVITÀ = capacità di esplorazione, innovazione, trasformazione, possibilità di esprimersi, trovare soluzioni, osare, essere curiosi, capacità di mettere della creatività in ogni atto;
  • TRASCENDENZA = sentirsi parte di qualcosa, appartenenza, percezione del legame con la natura e con gli altri esseri umani, pienezza.

Tutto ciò porta a cambiamenti dolci e progressivi perché BIODANZA:

  • favorisce la riduzione dello stress
  • aumenta l’autostima
  • aumenta la forza vitale
  • riequilibra il sistema neurovegetativo e immunitario
  • regola il ciclo veglia-sonno
  • ci fa prendere coscienza di ciò che si vuole e non si vuole
  • ci aiuta ad aderire ad uno stile di vita gioioso e solidale
  • ci migliora le nostre relazioni
  • ci libera la mente
  • ci ammorbidisce il corpo

DEFINIZIONE 

BIOS = VITA
DANZA = MOVIMENTO INTEGRATO

BIODANZA = DANZA DELLA VITA

Effetti organici:

  • integrazione affettivo-motoria
  • espressione dell’identità
  • aumento dell’umore endogeno

Effetti organici:

  • regolazione del sistema integratore-adattativo limbico-ipotalamico (encefalo arcaico, centro delle emozioni)
  • regolazione del sistema simpatico e para-simpatico per l’equilibrio del sistema dell’attività e del riposo
  • rafforzamento del sistema immunitario

Metodologia:

  • metodo di vivencia
  • espressione delle emozioni e della creatività

Cambiamento esistenziale:

  • nuove possibilità di comunicazione
  • espressione della femminilità e mascolinità nella sua totalità
  • creazione e rinnovazione della vita quoti-diana
  • connessione profonda con la propria identità
  • accesso ai piaceri della vita

Prevenzione:

  • miglioramento della salute
  • rieducazione affettiva
  • rafforzamento delle funzioni organiche

Il gruppo

La Biodanza non è praticabile individualmente, ma richiede che il processo di crescita personale si realizzi all’interno di un gruppo che funge da “contenitore protettivo” e che, nel tempo, si integra affettivamente permettendo di accelerare l’evoluzione di tutti i suoi partecipanti.

La vivencia

Alla base del sistema Biodanza c’è la “vivencia”, un termine di lingua spagnola che non trova corrispettivo in quella italiana e che identifica un determinato momento nel “qui ed ora” che la persona sta vivendo in totale partecipazione ed integrazione di pensiero, emozione e corpo. Più sono i partecipanti “in vivencia”, più il loro organismo è integrato in modo cognitivo e fisiologico. Attraverso la sospensione della parola viene stimolato l’abbandono del pensiero, creando, di conseguenza, uno stato di rilassamento che favorisce il cambiamento dolce e progressivo.

Non è necessario saper danzare. Siamo tutti bravi. Non importa quale fisico hai, perché BIODANZA è per tutti.

BIODANZA non è una tecnica, ma una mediazione corporea per stare bene con se stessi e gli altri.

BIODANZA è una poesia dell’incontro umano.

BIODANZA è riscoprire il sapore di toccare la vita con leggerezza, fluidità e armonia.

Annunci